venerdì 11 settembre 2009

Torta di crema e briciole

E' inutile. Devo proprio ammetterlo.
Il mio dolce preferito è.....si, è la pasta frolla. Ciambelle, frollini, crostate, biscotti, ovis molis, tartes, tartellette.
Tutto cio' che ha pasta frolla. Al cioccolato, alle nocciole, alle mandorle, normale, montata, friabile, morbida, con o senza lievito.
Non resisto. Non c'è praticamente nulla ( diciamo quasi....) che possa impedirmi di assaggiare un qualcosa di frolla se a portata di mano.
Si puo' ben capire, quindi, cosa abbia mai potuto pensare al vedere questa ricetta su un librino di torte. E poi, in piu', ha la crema. E, non bastasse, la marmellata rossa.
Poche cose sono buone quanto la crema pasticciera mescolata alla marmellata rossa: amarene, fragole, ciliegie.
Non avete mai provato? Dite sul serio? Questa è l'occasione per farlo.
Un dolce facile da fare, semplice negli ingredienti. Delizioso al mattino con una tazza di buon caffè oppure al pomeriggio con un the aromatizzato al bergamotto.

Insomma, le ho fatto una buona presentazione a questa torta da credenza?


Torta di crema e briciole
( da Il cucchiaio d'Argento-I dolci)


Tortiera circolare di 25 cm di diametro
Forno: 180°C
Tempo di esecuzione: circa 90 minuti


Per la frolla:

250 g di farina 00
1 cucchiaino e ½ di lievito
2 cucchiai di cacao amaro
75 g di zucchero
100 g di burro morbido
1 uovo intero

Setacciare la farina con il cacao ed il lievito. Impastare velocemente il burro con lo zucchero, aggiungere l’uovo intero e infine le polveri. Impastare fino ad ottenere una sorta di briciolame. Imburrare ed infarinare lo stampo. Stratificare metà del briciolame di frolla cercando di compattarlo leggermente quasi a formare uno strato unico ed omogeneo ed infornare a 180°C per 10 minuti.

Per la crema:

4 tuorli
75 g di zucchero
65 g di amido di mais
500 g di latte intero
250 g di panna liquida fresca
3 cucchiai di rum
3-4 cucchiai di marmellata di amarene (oppure ciliegie-fragole)

Portare al bollore il latte e la panna. Montare leggermente i tuorli con lo zucchero, aggiungere l’amido di mais e infine i liquidi caldi. Cuocere la crema finchè ispessisce e, quindi, aggiungere i cucchiai di rum.
Versare la crema sulla base di frolla, distribuire la marmellata aiutandosi con i rebbi di una forchetta cercando di amalgamarla alla crema in cerchi concentrici.
Ultimare la lavorazione distribuendo sulla superficie la seconda metà del briciolame.
Cuocere a 180°C per circa 30 min.
Far raffreddare la torta e spolverizzare la superficie con un cucchiaio di zucchero al velo.
SHARE:

25 commenti

  1. pinella sembra veramente ottima!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Pinella, si, direi che hai fatto proprio un'ottima presentazione a questo dolce! Io sono una di quelle persone che non ha mai provato a mescolare la crema pasticciera con la marmellata (rossa) ma visto quanto parli bene di questo binomio lo devo provare! Quando ho letto il rum tra gli ingredienti ho pensato che l'avresti aggiunto alla marmellata per smorzarne un pochino la dolcezza, invece l'hai aggiunto alla crema. Dev'essere deliziosa così!
    Ciao, buona serata :)

    RispondiElimina
  3. Ecco, io per i dolci di pasta frolla vado matta! Farei follie per una semplice crostata alla marmellata di pesche.. figurati per questa!

    RispondiElimina
  4. Si Maestra la presentazione è OTTIMA, peccato ...ho fatto colazione, ma senza questa torta di crema e briciole :(

    RispondiElimina
  5. ma è una meraviglia!!! mmmm....e una delizia!

    RispondiElimina
  6. io per una torta così potrei fare una pazzia!:D

    RispondiElimina
  7. ho già l'acquolina in bocca e penso proprio che la proverò...ciao katia

    RispondiElimina
  8. Si possono fare anche delle interessanti varianti....sono certa che la rifaro' presto..

    RispondiElimina
  9. Mi sento mancare solo a vederla!!!! E' una favola di torta! grazie, Paola

    RispondiElimina
  10. l'ho fatta! e soprattutto mi è riuscita!!!
    una volta freddata l'ho messa in frigo. la servirò come dessert domani a pranzo.
    Spero vivamente di fare foto decente per pubblicarla.
    grazie Pin!

    RispondiElimina
  11. E che ti dicevo?Dimmi che ti sembra al sapore....

    RispondiElimina
  12. effettivamente la pasta frolla in tutte le sue varianti è deliziosa!!!trovo fantastica questa ricetta...il fatto di fare l'impasto a briciole è troppo interessante!!

    RispondiElimina
  13. Te l'ho commentata sia sul blog che su coqui.
    B U O N I S S I M A! rendo l'idea? :****

    RispondiElimina
  14. Questa torta è davvero intrigante , ma il tuo blog lo è ancora di più.E' stata la splendida Cinzietta a trascinarmi qua da te e dubito, dopo aver letto alcuni dei post, che questa sia l'unica visita che ti farò, semmai sarà la prima di una lunga serie.Complimenti, Roby

    RispondiElimina
  15. Grazie, Roby! Le amiche di Cinzia sono anche le mie....

    RispondiElimina
  16. Ciao Pinella!
    Sono mesi (sarà un anno ormai) che ti seguo silenziosamente ma fedelmente. Finalmente ho un account e posso lasciarti un messaggio!
    Quando ho un ritaglio di tempo davanti al pc, corro a controllare il tuo blog per vedere se hai aggiunto un nuovo post. Ti leggo come si leggono le poesie, sogno i tuoi dolci e mi sembra quasi di sentirne il sapore attraverso le tue parole e le tue bellissime foto.
    A volte, quando le preparazioni mi sembrano più semplici, provo timidamente a farli, con fiducia ed umiltà, seguendo il procedimento con tutta la fedeltà che mi è possibile ma sapendo già che il mio risultato sarà solo un pallido ricordo dell'originale.
    Mi sono appena cimentata in questa ricetta, ipnotizzata dalla tua descrizione dell'abbinamento crema/marmellata rossa, e sono ancora qui a leccarmi i baffi perchè questa ricetta è riuscita eccezionalmente!
    Ti ringrazio tantissimo, e ti ringrazia la mia famiglia, che ha già provveduto ad eliminare ogni traccia della torta.

    RispondiElimina
  17. ciao!!è da un pò che passo da te per deliziare i miei occhi con le tue meravigliose creazioni!
    ed ora eccomi qui:)
    appena vista questa splendida torta nn ho resistito e l'ho preparata!uan vera goduria!!!
    ho apportato qlc modifica perchè durante l'esecuzione mi sono accorta di nn avere ne panna ne marmellata rossa, ora volevo chiederti se potevo farne un post ovviamente indicando te!
    grazie mille per questo angolo di paradiso:)
    a presto!!

    RispondiElimina
  18. Grazie Carolina e grazie Chiara! Se questo blog ha un senso...il senso siete voi.

    RispondiElimina
  19. Ops...Chiara! Come no? fai cio' che vuoi, mia cara!

    RispondiElimina
  20. grazie mille Pinella!!!
    sei un angelo!!

    RispondiElimina
  21. Cara Pinella, mi sorprendi sempre con le tue meravigliose ricette, peccato che non riesco a trovare il tempo per provare a farle tutte, un saluto affettuoso
    M.G.

    RispondiElimina
  22. Ciao Pinella,ho fatto questo bellissimo dolce per festeggiare
    la sagra Della Croce che si tiene
    oggi qui'Collecchio, che figurone
    con i miei ospiti grazie dolce Pinella, un forte abbraccio.
    Simo.
    ps che peccato! vorrei farti vedere
    la foto.

    RispondiElimina
  23. Ciao Pinella,
    seguo sempre il tuo blog e riproduco nei limiti le tue meraviglie. Questa mi era sfuggita, sai perchè? L'11 settembre è nata la mia prima nipotina e non ero passata a sbirciare il tuo blog. Quindi preparerò questa torta in onore di Giulia la mia meravigliosa nipotina, della nuova zia che sono diventata e in onor tuo ovviamente! Grazie :) Concetta

    RispondiElimina
  24. Ciao Pinella! Domenica faccio questa torta: per la frolla, te impasti con le mani gli ingredienti messi in una ciotola? Io di solito uso burro freddo e una spatolina in modo da non scaldare il burro lavorando su un piano e poi metto in frigo, passaggio che vedo non serve qui..Grazie! Elisabetta

    RispondiElimina
  25. Ciao Pinella,
    spulcia che ti rispulcia ho trovato questa crostata invitantissima e oggi la faccio per domani a pranzo!
    Oltretutto sono una di quelle che non ha mai provato il connubio pasticciera-marmellata rossa e mi incuriosisce!

    Un abbraccio,
    Ilaria

    RispondiElimina

Printfriendly

Template by pipdig | Customized by Sara Bardelli