sabato 2 febbraio 2008

Torta Annalisa



Una torta per i 50 anni di una cara amica. Dicono che fosse buona. Dicono. Io c'ero ma quando sono in ansia per il risultato, non sento il sapore dei miei dolci. Potrei assaggiare un pezzo di asciugamani bagnato e sarebbe lo stesso.

Pan di Spagna Etoile

500 g di uova
350 g di zucchero semolato
300 g di farina 00
100 g di fecola di patate
vaniglia

Ho montato benissimo le uova con lo zucchero. Poi ho setacciato la farina con la fecola, ho unito il tutto, inclusa la vaniglia, al composto montato servendomi di un cucchiaione. Ho imburrato ed infarinato una teglia e versato il pan di spagna. Cottura: per 20 minuti a 175°C con lo sportello chiuso, quindi altri 20 minuti circa lasciando uno spiraglio nel forno.

Bagna al limone e limoncello

400 g d’acqua
200 g di zucchero
1 limone grosso
liquore Limoncello

Far prendere il bollore finchè lo zucchero è completamente sciolto. Poi profumare con il succo del limone prima filtrato e limoncello secondo il gusto

Crema leggera alla vaniglia

Si compone di:
Crema pasticciera di M.Santin

8 tuorli
250 g di zucchero
80 g di farina
1 litro di latte

Per completare la mousse:

scorza di 1 grosso limone
una bacca di vaniglia
4,5 fogli di colla di pesce da 2 g.
500 g di panna fresca

Mettere a bollire il latte con la metà dello zucchero. Pelare i limoni e ricavarne le scorze che andranno a profumare il latte caldo e lasciarle in infusione per circa 30 minuti. Aggiungere la bacca della vaniglia tagliata per il lungo. Nel frattempo, montare leggermente i tuorli con lo zucchero restante, versare la farina ma non lavorare troppo il composto. Versare una parte di latte per sciogliere la montata e poi versare in un colpo solo tutto nel rimanente latte. Portare a bollore. Spegnere il fuoco. Ammollare la gelatina in acqua fredda e poi scioglierla in poca crema travasando quindi il tutto nella crema restante. Passare al setaccio. Semi-montare la panna. Aggiungerne una cucchiaiata generosa alla crema e rimescolare per renderla fluida. Quindi, travasare la metà della crema nella panna lavorando dall'alto verso il basso. Completare con la crema mancante.

Mele caramellate

Tagliare a dadini un kg e 1/2 di mele golden, mettendo tutti gli spicchi in una ciotola d'acqua fredda acidulata con succo di limone. Sgocciolare le mele e passarle in padella con 4 cucchiai di zucchero, un nulla d'acqua. Incoperchiare e far stufare a fuoco medio. Non lasciarle disfare. Profumare con un pizzico di buona cannella. Caramellare circa 5 cucchiai di zucchero e versarlo sopra le mele rimestando bene. Aggiungere due pezzi di burro, circa 2 cucchiai, profumare con un bicchierino di Calvados e completare la cottura. Lasciar freddare completamente.

Panna per decorazione

Sciogliete in due cucchiai di panna fresca 1 foglio di gelatina.Montate la restante parte dei 200-250 g di panna e a fine montatura aggiungete a filo la gelatina.
SHARE:

4 commenti

  1. Salve signora Pinella, sono una studentessa, ho conosciuto il suo blog navigando in internet, e da quel giorno lo guardo frequentemente per vedere le sue bellissime creature... ;più guardo i suoi dolci più vorrei che prendessero forma qui davanti a me, purtroppo fino a quel giorno lontanissimo e surreale continuerò a mangiarli con gli occhi,continui così! Arrivederci, buon proseguimento..

    RispondiElimina
  2. Pinella..con il capo cosparso di cenere vengo ad informarti che ti ho ufficialmente massacrato la torta.
    Grazie.
    La ricetta è buonissima!!
    Crema mele..tutto perfetto!
    Se ho fatto malanni è stato nel decorarla...
    Comunque è andata mangiata per cui Grazie di cuore.
    ciao

    RispondiElimina
  3. SALVE SIGNORA PINELLA,SONO FABIOLA ,MAMMA DI DUE GEMELLI DI 13 ANNI.TI FACCIO TUTTI I MIEI COMPLIMENTI PER LE MERAVIGLIE DA TE CREATE ,SONO PERFETTE!TI SCRIVO PERCHE' VORREI PREPARARE LA TORTA PER LA CRESIMA DEI MIEI FIGLI E VORREI UN TUO AIUTO,DOVRA'ESSERE SOBRIA PER UN GIORNO COSI'IMPORTANTE!TI PREGO RISPONDIMI .TI SALUTO CON STIMA FABIOLA .
    UN SALUTO DALLA BELLA GALLIPOLI !

    RispondiElimina
  4. Gentilissima Pinella, vorrei cimentarmi con questa meravigliosa torta, ma non riesco a capire bene le diverse fasi di montaggio...ti posso chiedere qualche chiarimento? Grazie mille Patrizia

    RispondiElimina

Ti ricordo che se commenti con un account registrato ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Prima di commentare consulta la PRIVACY POLICY per ulteriori informazioni.

Printfriendly

Template by pipdig | Customized by Sara Bardelli